A cura della dr.ssa Rita Marri e del dr. Francesco Artegiani, psicologo-psicoterapeuta

I metodi di barriera sono dei metodi anticoncezionali pratici, innocui e -se utilizzati correttamente- sicuri. La loro particolarità è che possono essere utilizzati solo durante o a ridosso del rapporto sessuale.

I metodi di barriera vengono consigliati quando non si possono o non si vogliono utilizzare metodi ormonali, o come protezione aggiuntiva se la pillola viene dimenticata o nei periodi di transizione tra un metodo contraccettivo e un altro.

PRESERVATIVO O PROFILATTICO MASCHILE

CHE COS’È: Il profilattico consiste in una sottile guaina in lattice che va a ricoprire il pene in erezione, raccogliendo quindi lo sperma dell’eiaculazione e impedendone l’entrata in vagina. È un metodo contraccettivo abbastanza sicuro, il cui grado di insuccesso di aggira intorno al 3%.

art4contraccezione2Sembra che il primo preservativo risalga agli antichi Egizi, che avevano creato una specie di prototipo di profilattico utilizzando intestino di animale. La parola “condom”, invece, si dice abbia avuto origine da un certo dottor Condom (o Conton), che nel Seicento avrebbe inventato il preservativo per il re Carlo II d’Inghilterra. I primi modelli in lattice risalgono invece alla fine dell’Ottocento, quando Charles Goodyear rese possibile la produzione su larga scala di preservativi in lattice.

COME E QUANDO SI UTILIZZA: Esso deve essere applicato sul pene già eretto prima di qualsiasi contatto con l’apparato genitale della donna. Dopo l’eiaculazione il pene deve essere sfilato dalla vagina prima che si riduca di volume, tenendo il preservativo tra le dita, così da evitare la fuoriuscita di liquido seminale dal preservativo.

Ogni preservativo può essere utilizzato una sola volta! Quindi, a seguito di ogni eiaculazione, il preservativo deve essere subito buttato. È sempre importante controllare la data di scadenza stampata sulla confezione, perché non bisogna mai utilizzare preservativi vecchi. Anche l’esposizione a fonti di calore può deteriorare la gomma, quindi non andranno utilizzati nel caso siano stati a contatto con raggi di sole o termosifoni accesi.

Durante i rapporti anali, è particolarmente importante l’uso di un lubrificante, in quantità maggiori di quanto si farebbe per il rapporto vaginale; il lubrificante deve essere applicato dopo aver indossato il preservativo.

VANTAGGI:

  • metodo contraccettivo a basso costo
  • è liberamente in vendita
  • modalità d’uso molto semplice
  • protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili
  • non contiene ormoni

Condoms

EFFETTI COLLATERALI E SVANTAGGI:

  • possono verificarsi allergie da contatto, ma oltre a questa non esistono altri effetti collaterali sull’organismo
  • può rompersi
  • può interferire con la sensibilità della penetrazione

CONTROINDICAZIONI all’uso del preservativo: eventuali allergie al materiale del preservativo.

Protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili? Sì!

DIAFRAMMA

CHE COS’È: Il diaframma è una sottile cupola di gomma morbida fissata su un anello flessibile (di dimensioni variabili), che va inserita in vagina fino a coprire il collo dell’utero. Una volta inserito, il diaframma impedisce agli spermatozoi di risalire nell’utero.

L’indice di insuccesso del diaframma si aggira tra il 2-10%. Per questo, per aumentare l’efficacia contraccettiva, è consigliato cospargere l’interno e i bordi del diaframma con una crema o gelatina spermicida, senza la quale l’efficacia diminuisce drasticamente.

art4contraccezione3COME E QUANDO SI UTILIZZA: Il diaframma deve essere inserito prima di ogni rapporto sessuale insieme ad una crema spermicida e deve essere lasciato in posizione per almeno 6-8 ore dopo l’ultimo rapporto, perché gli spermatozoi possono sopravvivere diverse ore in vagina. Dopo l’utilizzo, deve essere rimosso, lavato accuratamente e riposto per poter essere riutilizzato in seguito.

È comunque importante ricevere tutte le istruzioni per inserirlo dal medico o dal ginecologo, anche per poter stabilire la misura giusta del diaframma da utilizzare.

VANTAGGI:

  • non contiene ormoni
  • viene gestito dalla donna in totale autonomia

EFFETTI COLLATERALI E SVANTAGGI:

  • va inserito prima di ogni rapporto sessuale
  • deve sempre essere usato in associazione ad una crema spermicida
  • va ricontrollata periodicamente la misura perché potrebbe modificarsi per variazioni di peso rilevanti (>5 kg)
  • maggiore probabilità di sviluppare un’infezione del tratto urinario

CONTROINDICAZIONI all’uso del diaframma: Il diaframma è controindicato in caso di malformazioni o malposizioni della vagina o del collo dell’utero, o in caso di allergia alle creme spermicide.

Protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili? No.

Bibliografia/sitografia consigliata:

Teichmann, A.T. (1997). “La contraccezione. Esame comparativo delle metodiche, dei rischi e delle indicazioni”. Roma: CIC Edizioni Internazionali.

World Healrth Organization (2015). “Medical eligibility criteria for contraceptive use”, Fifth Edition. [scaricabile qui http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/181468/1/9789241549158_eng.pdf]

Comune di Roma “Guida alla maternità libera e responsabile”, Roma, Edizioni Stranieri in Italia [scaricabile qui http://www.stranieriinitalia.it/news/guidamaternita/italiano.pdf]

http://www.salute.gov.it